Movimento Radicale   /  Statuto

Atto costitutivo del Movimento Radicale - Movimento d’Azione

In data 19 marzo 2021 costituiamo il Movimento Radicale - Movimento d’Azione, sottoscrivendo lo statuto qui allegato. In qualità di Assemblea costituente del Movimento, scegliamo come Presidente Valentina Piattelli, Segretario Massimo Messina, Tesoriera Sonia Tonelli e deliberiamo che:

  1. Sito internet del Movimento Radicale - Movimento d’Azione è:
    https://movimentoradicale.onweb.it
  2. La modalità di adesione al Movimento è la registrazione sul suo sito.
  3. Il 2021 è anno fondativo del Movimento: chiunque aderisca entro quest’anno (fino al 31 dicembre 2021) sarà considerato fondatore del Movimento.


Valentina Piattelli
Massimo Messina
Sonia Tonelli
Rebecca Volorio
Maria Rosaria Acireale

________________

Statuto del Movimento Radicale - Movimento d'Azione

 

 

Art. 1 "Movimento Radicale - Movimento d’Azione", denominato brevemente “Movimento Radicale” o “Movimento d’Azione” è un’associazione senza fine di lucro, che agisce secondo l’ahimsa: la nonviolenza.

 

Art. 2 Scopo del Movimento Radicale è usare e diffondere la nonviolenza, a partire dall’interno del Movimento e verso l’esterno dello stesso: nonviolenza nel pensiero, nella parola e nell’azione, nei confronti di ogni persona, secondo l’idea di fondo che le persone vanno distinte dai loro atti e se questi ultimi a volte sono da contrastare, anche con forza, chi li compie va sempre trattato con umanità, essendo ognuno in sé un valore, un fine.

 

Art. 3 L’Associazione si estinguerà nel momento in cui cesserà ogni tipo di violenza. In qualsiasi momento l'Assemblea può determinare lo scioglimento anticipato del Movimento.

 

Art. 4 Si consegue la qualità di aderente al Movimento su richiesta, attraverso le modalità che l’Assemblea delibera. Possono aderire al Movimento singoli individui e sono anche benvenute le iscrizioni collettive. Tra aderenti al Movimento ci chiamiamo “compagni” e riconosciamo come tali tutti coloro che praticano l’ahimsa, che siano aderenti o meno al Movimento. Chi, pur aderendo al Movimento, non la pratica è in contraddizione. Gli aderenti al Movimento hanno diritto elettorale attivo e passivo nella sua Assemblea.

 

Art. 5 L'Assemblea degli aderenti può essere ordinaria o straordinaria:

L'Assemblea ordinaria viene convocata una volta all'anno.

L'Assemblea straordinaria viene convocata su richiesta documentata e indicante l'ordine del giorno da parte di almeno 1/3 degli aventi diritto di voto o su iniziativa del Presidente.

L'Assemblea è validamente costituita con la presenza di almeno 3 degli aventi diritto di voto. L'Assemblea delibera all’unanimità dei presenti dotati di diritto di voto. Ogni aderente ha diritto ad un voto. Non è ammesso il voto per delega. L'Assemblea è presieduta dal Presidente, con l'assistenza del Segretario e del Tesoriere. L'Assemblea elegge il Presidente, il Segretario e il Tesoriere.

 

Art. 6 Ogni aderente può proporre agli altri aderenti iniziative di qualsiasi tipo che non contrastino il presente statuto e quindi anche i principi della nonviolenza, chiedendo loro di partecipare al reperimento delle risorse finanziarie o di altro tipo per realizzare tali iniziative, indicando una data entro la quale avere tali risorse per realizzarle. Nel caso in cui entro la suddetta data non si riuscisse a realizzare le iniziative di cui sopra, le risorse raccolte diverrebbero patrimonio del Movimento. Il Movimento può altresì ricevere donazioni, da parte di suoi aderenti o dall’esterno.

 

Art. 7 Il Segretario rappresenta il Movimento all’esterno, adotta i provvedimenti e le iniziative necessarie per conseguire gli scopi di cui all’articolo 2 e convoca l’Assemblea ordinaria. Il Tesoriere rappresenta il Movimento in tutte le attività economico-finanziarie, è responsabile della gestione amministrativa del Movimento e gestisce i suoi conti economico-finanziari. Il Presidente presiede l’Assemblea e convoca l’Assemblea straordinaria.

 

Art. 8 Il Movimento intende collaborare con ogni individuo o realtà associativa che pratichi la nonviolenza.


Art. 9 L’adesione al Movimento implica l’accordo con lo Statuto. Eventuali modifiche o integrazioni al presente Statuto dovranno essere approvate dall'Assemblea.

 

Art. 10 Non sono previste misure disciplinari nei confronti degli aderenti.